7 Marzo 2011

Una legge oscena, ideologica e confusa

Appunti, Comunicati stampa, Laicità

Oggi si discute in parlamento l’oscena legge della destra sul testamento biologico. Questi i miei interventi sulle agenzie.

BIOTESTAMENTO: PD, A DIFESA DIGNITA’ CITTADINI BLOCCARE LEGGE
TESTO CONFUSO E IDEOLOGICO NON CHIARISCE NODI (ANSA) – ROMA, 7 MAR – ‘Questa brutta e confusa proposta di legge va bloccata e occorre porre seriamente il tema della difesa della dignita’ e della liberta’ di scelta di ciascun individuo, credente o non credente’. Lo dice Ivan Scalfarotto, vicepresidente del Pd.
‘Il testo proposto e’ confuso da un’impostazione tutta ideologica – spiega – e non chiarisce nodi fondamentali togliendo liberta’ ai cittadini e investendo i medici di una responsabilita’ troppo pesante. La DAT deve essere vincolante e si deve chiarire ogni dubbio sulla natura dell’idratazione e alimentazione forzata rispetto alle terapie’.
Per Scalfarotto ‘la liberta’ di cura, gia’ sancita dalla Costituzione, e la liberta’ di scelta di ogni cittadina e cittadino, devono essere gli unici fari di una legge sul Testamento biologico e fa bene il PD a mettere in campo tutti gli strumenti per bloccare l’iter e alimentare lo studio e la discussione su temi cosi’ delicati’.
‘Tutti rispettiamo la vita – conclude Scalfarotto – ma non possiamo che opporci con ogni mezzo a una legge autoritaria e sconnessa che non rispetta la liberta’ dei cittadini e che rischia di creare solo difficolta’ e ingiustizia’. (ANSA)

BIOTESTAMENTO. SCALFAROTTO (PD): SI DEVE BLOCCARE QUESTA LEGGE
“TESTO IDEOLOGICO E CONFUSO”.
(DIRE) Roma, 7 mar. – “Questa brutta e confusa proposta di legge va bloccata e occorre porre seriamente il tema della difesa della dignita’ e della liberta’ di scelta di ciascun individuo, credente o non credente”. Cosi’ Ivan Scalfarotto, vicepresidente del Partito Democratico, che e’ categorico: “Il testo proposto e’ confuso da un’impostazione tutta ideologica e non chiarisce nodi fondamentali togliendo liberta’ ai cittadini e investendo i medici di una responsabilita’ troppo pesante. La liberta’ di cura, gia’ sancita dalla Costituzione e la liberta’ di scelta di ogni cittadina e cittadino devono essere gli unici fari di una legge sul testamento biologico e fa bene il Pd a mettere in campo tutti gli strumenti per bloccare l’iter e alimentare lo studio e la discussione su temi cosi’ delicati”.

Una replica a “Una legge oscena, ideologica e confusa”

  1. Vandalo ha detto:

    Mi fa piacere sentire un vicepresidente delPD di
    re che la legge in questione e’ degna del medio
    evo piu’ buio. Se i cattolici dicono che la vita
    e’ per loro un argomento “non negoziabile
    bisogna dire loro che la vita e’ nostra e non
    del vaticano.
    C’e’ ancora qualche laico nel PD oltre te e
    Marino ?