24 settembre 2010

Che cavolo stai dicendo, Willis?

Appunti

Tutto l’affetto e la stima per Vendola. Però se cominciamo così…

CENTROSINISTRA: SCALFAROTTO “SE RINNOVAMENTO È VENDOLA SIAMO NEI GUAI”
ROMA (ITALPRESS) – “Se il rinnovamento che la sinistra offre all’Italia e’ il Nichi Vendola che nega a lesbiche e gay italiani quei diritti che sarebbero riconosciuti loro in larghe parti dell’Europa, anche mediterranea, allora siamo davvero nei guai”.
E’ il commento di Ivan Scalfarotto, vicepresidente del PD, alle parole con cui Nichi Vendola, intervistato dalle “Iene”, ha manifestato la sua contrarieta’ a estendere il matrimonio e l’adozione alle coppie omosessuali. “Presentarsi come il modernizzatore del centrosinistra e del Paese e non allineare l’Italia alla pattuglia dei paesi piu’ avanzati in materia di diritti civili sono due atteggiamenti che fanno evidentemente a pugni”.
“Dato che non posso nemmeno pensare che Nichi Vendola consideri le persone omosessuali come cittadini a diritti diminuiti – ha proseguito Scalfarotto – deve trattarsi di una mossa politica volta a non perdere il consenso dei conservatori. E’ la piu’ trita abitudine della vecchia politica: anteporre cio’ che crediamo ci sia utile a cio’ che oggettivamente e’ giusto, anche a costo di tenere in vita antiche e irragionevoli discriminazioni”.
“Vendola dice che la sua politica sarebbe capace di ‘riconnettersi alla vita’? Credo sarebbe davvero una beffa arrivare alle elezioni con Vendola candidato premier e scoprire un’Italia ancora incapace di ‘riconnettersi alla vita’ di milioni di famiglie gay e lesbiche e dei loro bambini”, ha concluso Scalfarotto.
(ITALPRESS).
gca/com 23-Set-10 17:10 NNNN

43 risposte a “Che cavolo stai dicendo, Willis?”

  1. Meursault ha detto:

    Stavolta sono solidale con lei, Scalfarotto. Con lei come persona, non certo come esponente di quel PD che è fieramente, citando Bersani, “contrario ai matrimoni omosessuali”.
    Vendola non è il rinnovamento, non è la speranza e non è la salvezza. E’ semplicemente un democristiano. Di quelli peggiori, tra l’altro, della specie cattocomunista mutante.
    Udienze dal santo padre, soldi a pioggia per le diocesi e organizzazioni annesse. E’ un politicante della vecchia scuola, astuto e fedele al compromesso. Stavolta, e per la prima volta, non voterò.

  2. Lorenzo L. Gallo ha detto:

    … riguardo alle tematiche lgbt, in cosa è diverso da Bersani?

  3. Federico ha detto:

    Appunto, non è diverso da Bersani? Quindi dov è il rinnovamento? Tanto vale allora tenersi Bersani

  4. Manuela ha detto:

    Sono perfettamente d’accordo con Mersault. La cultura di Vendola è la stessa di Andreotti o Bersani, quella di politici nati e cresciuti nella prima Repubblica; non è mica colpa sua, è che la sua conceione della politica lo porta proprio ad “anteporre cio’ che crediamo ci sia utile a cio’ che oggettivamente e’ giusto”. Del resto, mi pare che scambiare un tale che parla del lavoro in termini di “lotta di classe” difficilmente possa essere scambiato per un innovatore.
    Ivan, questo paese ha bisogno di una potente iniezione di cultura anglosassone… te lo dico sempre 🙂 Altro che Vendola!

  5. Roberto ha detto:

    non mi risulta abbia dichiarato questo, e poi, parla lei che sta nel partito moderato- conservatore-disinistra-maanchedidestra per eccellenza?
    un po di dignità..
    chiudete baracca nel PD e poi ne riparliamo

  6. […]   nonsolomamma.itdisarmonia cosmica Pippo CiwatiL'anonimo e la sostanza Bene … IMilleÈ Carrocciopoli, bellezza Ivan ScalfarottoChe cavolo stai dicendo, Willis? […]

  7. Federico Fiandro ha detto:

    Non è esatto quello di cui accusa Vendola. Infatti alla domanda: “Sei favorevole ai matrimoni gay?” ha risposto “Son favorevole al riconoscimento delle coppie di fatto”, che mi sembra un’opzione inclusiva: si alle coppie, qualunque sia il genere.
    Alla domanda: Sei favorevole alle adozioni per i gay? ha risposto “Sono favorevole alle adozioni per i single”. non per i single eterosessuali, ma per i single eemplicemente.
    Nelle parole di Vendola non leggo quello che lei afferma. Mi fermo qui, non faccio dietrologia.

  8. clau ha detto:

    Mi sa che lei ha dimenticato la Binetti e le meravigliose dichiarazioni di Fassino e D’Alema sulla famiglia. Per non parlare della presunta allenza che il suo partito vorrebbe instaurare con l’UDC del signor Buttiglione e Vietti, quello che scrisse che la pratica omosessuale è paragonabile alla pedofilia, necrofialia, etc…
    cestinando così la legge che prevedeva un’aggravante per gli atti omofobi. Ma stia tranquillo, ce lo ricordiamo noi…
    Ad oggi il rinnovamento, anche per quanto riguarda i diritti civili, non passa di certo dal suo partito

  9. Anellidifum0 ha detto:

    Dichiarazioni troppo pavide o troppo furbette. In ogni caso hai fatto benissimo a stigmatizzarle, Ivan.

  10. BECA ha detto:

    Sono iscritto a SEL e su quella dichiarazione Nichi Vendola mi ha un po’ deluso. Sicuramente sempre meglio lui che non il Bersani, D’Alema ecc ecc.

    Ivan quale è la posizione del PD in merito ai matrimoni omosessuali?

  11. […] ad oggi non avevo avuto modo di guardare l’intervista di Nichi Vendola alle iene. Poi leggo questo post di Ivan Scalfarotto (PD) che riporta un suo commento sulle parole del Presidente della […]

  12. PAOLO ha detto:

    IL MALE DELLA SINISTRA: sono i commenti come quelli letti fino a questo punto. Se l’Italia avesse la stessa cultura liberale e democratica delle altre società europee sarebbe impensabile avere Berlusconi come presidente del consiglio, adattatevi a vivere in un paese retrò dove le rivoluzioni si fanno ad un passo alla volta, dove chiunque ambisse a vincere le elezioni, solo per farci vivere in un paese + liberale, non può andare in tv e dire sono favorevole ai matrimoni gay, non siamo pronti e in più i media sono in mano alla destra, chiunque dicesse questo sarebbe subissato dalla merda riversata dai media italiani per non parlare poi della chiesa

  13. Valter Gallo ha detto:

    Nella stessa intervista, Vendola si dice disposto ad allearsi con l’UDC .. così, tanto per informare chi pensa che potrà legiferare sui temi in questione.

  14. matteo ha detto:

    Ma che coraggio hai a dire certe cose quando fai parte del partito della vergogna. Con Fioroni e fino a qualche mese fa con Paola Binetti.
    Vendola vuol fare il primo passo, che è quello più importante, ovvero quello delle unioni civili: in questo modo vengono giuridicamente riconosciute le coppie omosessuali
    Direi che in Italia questo è già molto..

  15. piero ha detto:

    Nichi Vendola si candida alle primarie e quindi alla carica di presidente del consiglio. Sinceremente mi accontenterei di un presidente del consiglio in grado si introdurre in Italia le unioni di fatto e le adozioni per i single. Non sarebbe una rivoluzone del nostro Paese ??? Un certo estremismo è il peggiore nemico delle vere riforme….

  16. Lorenzo L. Gallo ha detto:

    sono perfettamente d’accordo. Vendola potrebbe concordare con Bersani su questo punto (ma Bersani in realtà è molto più pavido e oserei dire viscido), in ogni caso le sue proposte negli altri ambiti sono più convincenti. Lo voterà ugualmente, contro Bersani, ma anche contro Chiamparino. Grazie per avermi chiarito da che parte NON stare.

  17. Lorenzo L. Gallo ha detto:

    ps: volevo dire “voterò”

  18. Andrea ha detto:

    concordo con Roberto, Vendola non ha detto nulla di tutto ciò. Altri ha prospettato soluzioni più inclusive cercando di spostare l’attenzione dai “diritti degli omosessuali” ai diritti delle coppie e delle persone. Complimenti scalfarotto siamo alla diffamazione e alla limitazione dei diritti alla lobby che cerca disperatamente di rappresentare. peccato che se non si fa nulla è per i suoi compagni di partito

  19. […] 25, 2010 by illuminismo Gli esponenti del PD progressista, Scalfarotto e Alicata, fanno boccuccia sulle dichiarazioni di Vendola, che comunque sono molto più avanzate di […]

  20. Newsom ha detto:

    Direi che sottoscrivo quanto scritto nel post. Certi commenti scritti da tifosi imperterriti vendoliani mi fanno sbellicare dalle risate… si ha addirittura la spudoratezza di negare l’evidenza e si tenta in qualche modo di legittimare le sue posizioni antigay col solito squallido metodo, che oramai dovrebbero aver capito essere controproducente: quello del dire ‘ma ci sono altri che sono peggio’, ‘il tuo leader non fa meglio’ (come se il comportamento di Bersani giustificasse quello di Vendola, incredibile) e del dire ‘accontentatevi’ (come se sulla pelle dei gay fosse accettabile fare giochi al ribasso, mediare). Cose che assolutamente non tollererebbero né tanto meno direbbero se ci fosse di mezzo la dignità civile di altri, che so… dei neri. Chissà come mai quando si tratta di gay e di lesbiche c’è sempre e comunque una scusa, una giustificazione per ogni posizione in contrasto con l’uguaglianza. Ma guarda caso…

  21. Newsom ha detto:

    Ecco. Appunto.
    A proposito di negazione dell’evidenza e di arrampicate sugli specchi pur di giustificare l’ingiustificabile.

  22. Lorenzo L. Gallo ha detto:

    Non capisco. Il PD è un partito antigay, normalizzatore e cattolicista (almeno tra gli apparacniki, non tra gli elettori). Scalfarotto fa parte di un’assoluta minoranza che sta lì come foglia di fico. Mi sembra che la cosa sia rilevante. Se Scalfarotto facesse parte di un partito favorevole all’apartheid e criticasse le prese di posizioni moderate di un partito che propone di mitigare l’apartheid, gli darei serenamente dell’ipocrita o dell’ingenuo (che in politica è un difetto altrettanto grave). Esattamente come faccio ora sui diritti delle persone LGBT.

  23. scalpha ha detto:

    Caro Lorenzo, non è vero che non capisci. Quale sia il mio ruolo politico di minoranza e quali potenzialità abbia lo hai descritto benissimo da te (altro che foglia di fico!):

    Il PD è un partito antigay, normalizzatore e cattolicista (almeno tra gli apparacniki, non tra gli elettori).

    Appunto: un partito la cui dirigenza non rappresenta i suoi elettori. Lo vedi perché ha senso fare la battaglia nel PD? Che fai tu? Ti limiti a criticare o dai una mano al cambiamento?

  24. scalpha ha detto:

    Certo che passa dal mio partito, caro Claudio. Perché senza il PD non si può fare niente di nuovo in Italia. Nemmeno governare la Puglia. Dopodiché per cambiare il PD ci vorrebbero tanti leader coraggiosi, a cominciare da Vendola. Non in questa versione.

  25. Lorenzo L. Gallo ha detto:

    Scalfa, ho passato 5 anni in quel partito. Quando è passato al PD, senza uno straccio di dialettica interna e senza un’idea, me ne sono chiamato fuori. Se Vendola sarà chiamato a guidare il Partito, ci rientrerò. Altrimenti, se la guida è Bersani o qualche altro dinosauro miope, ne resto fuori, grazie.

  26. Diva ha detto:

    È vero: Vendola ha dichiarato di essere favorevole alle adozioni per i single. Ma questo è un negare l’adozione per le coppie gay che secondo lui andrebbero riconosciute. L’adozione per i single potrebbe essere infatti considerata una scappatoia per le coppie gay di adottare, ma se queste vengono riconosciute si torna al punto di partenza ovvero che le coppie omosessuali non possono adottare.

  27. Antonio ha detto:

    “Sei favorevole ai matrimoni gay?” Vendola: “Son favorevole al riconoscimento delle coppie di fatto”.

    Vendola non risponde direttamente sui gay. Perche’? Comunque si intuisce che Vendola non e’ favorevole al matrimonio gay. Si accontentino dei PACS (DICO?). Una mediazione al ribasso, dunque. Perche’?

    “Sei favorevole alle adozioni per i gay? Vendola: “Sono favorevole alle adozioni per i single”.

    Anche qui Vendola non risponde direttamente sui gay. Perche’? Mi spiegate che centrano le adozioni per i single coi gay?

    A monte due osservazioni:
    1) solo in Italia i giornalisti permettono ai politici di non-rispondere alle domande.
    2) condivisibili i rimbrotti di Scalfarotto verso uno che fino a ieri si presentava come il paladino del cambiamento e oggi si abbandona a depistamenti e real-politik.
    3) Ridicola la difesa di Vendola a colpi di “il PD e’ peggio”, “Scalfarotto e’ complice” e altre corbellerie similari. Che centrano il PD o Scalfarotto con le dichiarazioni di Vendola non si capisce.

  28. […] ho fatto un semplice retweet di quanto scritto da Ivan Scalfarotto sul proprio blog e sintetizzato sul suo canale Twitter (@ivanscalfarotto), senza approfondire e senza andare a […]

  29. BOICOTTARE VENDOLA! ha detto:

    E’ triste e oltraggioso che i vendoliani tentino di giustificare in questo modo le prese di posizione reazionarie di Vendola, ora ufficialmente più a destra di molte destre europee, vedasi quella di Cameron che non si sogna nemmeno di dire sì solo all’adozione da parte di singole persone (e di conseguenza no all’adozione da parte di coppie omosessuali) e che si è detto molto felice di considerare l’apertura del matrimonio civile ai fidanzati dello stesso sesso. In Svezia è stata la destra a includere i fidanzati dello stesso sesso nel matrimonio civile. Vendola,c he dovrebbe porsi come leader progressista, si è ufficialmente dimostrato più retrogrado di diversi schieramenti conservatori. Completamente estraneo agli altri centro-sinistra europei, anche quelli di Paesi molto cattolici e tradizionalisti come la Spagna e il Portogallo. Nelle ore in cui in Inghilterra a 8 anni di distanza dall’apertura della possibilità di adottare bambini alle COPPIE di fidanzati dello stesso sesso il maggior partito di centro-sinistra (il partito Laburista) eleggeva Ed Miliband, forte sostenitore della necessità di includere i fidanzati dello stesso sesso nel matrimonio civile in Italia il capo della ‘sinistra’ (sinistra??) si è schierato contro l’uguaglianza matrimoniale e genitoriale di gay e lesbiche. Cosa più vergognosa proprio non c’è. E oltre al danno pure la beffa di dover leggere che Vendola, con le sue posizioni a dir poco fuori dal mondo e reazionarie, sarebbe un tipo all’avanguardia, inclusivo, progressista. Non ci sono davvero parole. Si è superato ogni limite.

  30. Lorenzo L. Gallo ha detto:

    quest’ultimo commento è il più sincero di tutti: il fine della polemica non sono i diritti delle persone lGBT, di cui non nel PD non frega niente a nessuno (forse neanche a Scalfarotto, certamente non a Bersani), ma solo silurare Vendola. Una manovra di bassissima caratura, francamente sono stupito di Scalfarotto che è un signore. Il taglio meschino e violento dei commenti dei suoi scherani tuttavia mi conferma nel mio appoggio a Vendola, che forse non sarebbe stato così convinto senza questi penosi tentativi da parte dei miei ex compagni, il cui modo di pensare conosco perfettamente.

  31. BOICOTTARE VENDOLA! ha detto:

    @ Lorenzo L. Gallo… ho detto le cose che ho detto nel mio precedente commento perché Vendola è un personaggio che si sta dimostrando vergognoso, perché si sta allineando a posizioni che in Europa hanno solo le destre più arretrate. Il fatto che dica queste cose di Vendola non vuol dire che io sia piddino. Le cose che sto dicendo di Vendola valgono infatti anche per il vergognoso Bersani! Voi vendoliani dovete metetrvi in testa che dovete finirla di inseguire il vaticano, finirla di accusare gli altri a destra e a manca di sterili polemiche ogni volta che vi si fa notare la vostra natura clericale, reazionaria, supina al vaticano. Piantatela una volta per tutte. Sinistra italiana VERGOGNA. Vendola vergognati.

  32. […] ho finalmente capito. Il ruolo di Scalfarotto e degli altri è quello delle finte vergini, pronte a scandalizzarsi per le uscite non sufficientemente progressiste di Vendola. O meglio dei tribuni, finti estremisti […]

  33. scalpha ha detto:

    Guarda, Lorenzo, ti sbagli proprio. Questo non è un attacco a Vendola, è solo la richiesta di essere sempre all’altezza dell’incarico a cui si è candidato. E di farlo con coraggio: sennò, Vendola o no, restiamo al punto di prima.

  34. Antonio ha detto:

    Caro Lorenzo Gallo, le domande che ho posto io in seguito alle risposte di Vendola sono legittime ed educate. Mi spiega perche’ porre domande – legittime – a Vendola ora sarebbe un “taglio meschino e violento dei commenti dei suoi scherani”?

  35. BOICOTTARE VENDOLA! ha detto:

    Per come la vedo io è oramai evidente che chi in queste ore sta ancora cercando di difendere Vendola su questo punto voglia far finta che la questione sia riducibile a una polemichetta piddini-vendoliani perché così può esercitarsi a dare risposte come “anche il vostro partito fa la stessa cosa” o “il vostro partito fa peggio”… risposte che ovviamente non giustificano un bel nulla del comportamento retrogrado di Vendola ma che comunque vogliono continuare a propinarci. Dopo le iniziali sparate da parte di qualcuno che puntavano a giocherellare su presunte ambiguità del termine ‘single’ di modo da tentare di far credere che la parola ‘single’ includesse anche le coppie omosessuali, e che ovviamente nessuno si è messo a bere, non resta che questo a chi vuol difendere in un certo qual modo Vendola… far finta che chi fa notare il clericalismo politico di Vendola sia per forza piddino. Non pensavo che la sinistra italiana fosse a questo livello di squallore, tra l’altro definirla sinistra mi sembra un insulto al concetto stesso di sinistra. Non so… non penso che ci sia un’altra analisi possibile. Un saluto a tutti quanti, davvero.

  36. Lorenzo L. Gallo ha detto:

    Caro Scalfa, direi proprio di no. Si va avanti un passo alla volta. Da un lato critichi l’IDV perché chiede troppo al pdl della Concia. Poi però chiedi a Vendola la luna, quando nel tuo partito non hai ottenuto neanche la più piccola delle stelline. Due pesi e due misure, non è onesto.

  37. scalpha ha detto:

    Su, Lorenzo, l’onestà intellettuale pratichiamola prima di chiederla… All’IdV ho chiesto di non fare propaganda presentando strumentalmente un ddl che noi avevamo già presentato all’inizio delle legislatura senza successo e che aveva poi condizionato la tattica parlamentare successiva. Soprattutto in considerazione del fatto che in questi anni di legislatura nessun parlamentare dell’IdV è mai intervenuto, nemmeno una volta, in commissione in sostegno di Paola. Non li ho criticati perché chiedevano troppo, li ho criticati perché si scoprivano tardivamente e strumentalmente massimalisti dopo un’inerzia di anni.

    A Vendola, poi, non ho chiesto la luna. Mi sarei accontentato del Portogallo.

  38. Adrian Gay ha detto:

    ‎- Parlare di “diritto all’adozione” è un errore.
    Adottare non è un diritto, semmai è un dovere!
    Le persone (e i bambini) non sono merci, cose, beni… non possono essere oggetto di diritto da parte di nessuno.
    Noi abbiamo il diritto a non ess…ere discriminati, questo si, e anche quando si parla di adozioni. Dobbiamo riformulare questo equivoco.
    Fà bene Vendola a non cadere nel trabocchetto!

  39. […] Vendola si è dimenticato di nuovo del fatto che oggi siamo soprattutto condannati a restare celibi e nubili. E intanto a […]

  40. […] Bersani, né a Rosy Bindi, né a D’Alema (chi ha letto il mio libro lo sa). Non ne ho fatti a Vendola, e non ne farò a Pisapia. Devo dire che se rompo le scatole ai miei colleghi di partito mi […]

  41. […] Nemmeno quando si tratta di cose che potrebbero riguardare da vicino lui e il 10% di italiani che ancora è costretto a vivere nel medioevo in Italia. […]

  42. […] ad oggi non avevo avuto modo di guardare l’intervista di Nichi Vendola alle iene. Poi leggo questo post di Ivan Scalfarotto (PD) che riporta un suo commento sulle parole del Presidente della […]