27 febbraio 2018

Appuntamento il primo marzo

Appunti

Giovedì sera, primo marzo, alle 20.45, farò una chiacchierata pre-elettorale con Francesco Costa al Teatro dell’Elfo Puccini a Milano.

Conosco Francesco da tanti anni e nutro per lui una profondissima stima, oltre che un grande affetto. Credo che sia uno dei giovani giornalisti più brillanti d’Italia e il percorso che ha fatto con il suo “Da Costa a Costa” sulla politica americana è un esempio mirabile di studio, competenza, approfondimento e bravura: tutte cose che all’epoca in cui uno della stessa età di Francesco, ma senza arte né parte, si candida a diventare Presidente del Consiglio, vanno custodite religiosamente come reliquie.

Francesco ha scritto un post sulle prossime elezioni che ha ricevuto più di un milione di visualizzazioni e la cui sintesi è – perdonatemi la sintesi brutale – “non c’è nient’altro da fare, purtroppo, che votare PD”. Io non penso sia così, penso che si possa e si debba votare PD con piena convinzione, e quindi ho chiesto a Francesco di discuterne, e di farlo pubblicamente. Sarà un’occasione anche per fare un bilancio da parte mia di questi cinque anni passati in Parlamento e al Governo – delle tante cose di cui sono stato testimone e dei miei viaggi in giro per il mondo – e di discutere con lui sulle prospettive per il Paese.

Sarà una serata non noiosa e non rituale, alla presenza peraltro di un sacco di amici e compagni del PD che si candidano a Milano e dintorni. Una serata dedicata più a chi ha dei dubbi che a chi ha delle certezze, spero intellettualmente onesta e franca. La sala è grande e ci sarà posto per chi vorrà ascoltare, senza preconcetti, due punti di vista non lontanissimi nel punto di arrivo ma molto diversi per il percorso compiuto e la prospettiva di osservazione della realtà.

Io vi aspetto volentieri. A giovedì, dunque.