19 marzo 2012

Un corso di formazione per Lorella Cuccarini

Appunti, Partecipazioni televisive

Una delle cose incredibili dell’Italia è che le “icone gay” possano essere omofobe. Pensate a Madonna che dicesse che i gay sono la trasgressione assoluta. O a Lady Gaga che non asfaltasse la suora che sostenesse nel suo show che i gay sono contro natura. O a Kylie Minogue che prendesse posizione contro il matrimonio gay. Come dite? Impossibile? Vero. Eppure da noi una come Lorella Cuccarini, una che ha vissuto dell’idolatria dei gay nostrani (ognuno ha le sue perversioni), ogni tre parole ne dice incredibilmente una contro i gay. Così oggi a “Un giorno da pecora” ho provato a dare due dritte alla nostra gay icon su come trattare i suoi migliori clienti prima che perdano definitivamente la pazienza. Dubito di essere riuscito nell’impresa ma spero di averle almeno instillato qualche dubbio iniziale. Qui c’è un estratto della conversazione, giudicate voi.