Il tempo delle donne

26 aprile 2006 { 4 Commenti }

Avrete letto l’inchiesta pubblicata oggi da Repubblica sul tempo libero delle donne : in Europa le italiane sono penultime dopo le lituane. Il nostro tempo libero comincia a scarseggiare già a 10 anni: prima perchè dobbiamo imparare le faccende domestiche, poi perchè dobbiamo “aiutare in casa” infine perchè una casa ce l’abbiamo sul serio sulle spalle. Tutte più impegnate a togliere la polvere dalle nostre case più che dalla nostra società.
Ed è ancora più sconfortante se subito dopo si legge l’articolo di Bernardo Valli “L’ascesa di Segolene una donna per l’Eliseo” sempre su Repubblica. Presidente di una provincia francese, unita con un Pacs a Francois Hollande (primo segretario del partito socialista d’Oltralpe) Segolene Royal risulta essere la preferita dall’opinione quale prossima candidata alla presidenza dell’Eliseo.
E tiene pure un blog, desirsdavenir.
E’ desolante il confronto con la situazione italiana; in una società che molto spesso pretende dalle madri che scelgono di lavorare a tempo pieno equilibrismi degni di una contorsionista cinese dodicenne, anche solo l’idea di dedicare tempo all’impegno sociale e politico appare fantascienza.
Donne e giovani : entrambe le “categorie” non solo incontrano difficoltà ad entrare e vivere l’impegno politico a tutti i livelli ma sono anche le stesse che si scontrano quotidianamente con la precarietà e i soffitti di cristallo nel mondo del lavoro.
Che caso !
Emanuela Marchiafava

Share

I commenti a "Il tempo delle donne"

  1. Firma scrive:

    Libero Blog ha pubblicato questo mio post qui:
    http://liberoblog.libero.it/cronaca/bl3428.phtml
    è interessante leggere i commenti

  2. SIDOLI.ORG scrive:

    Non credo che il tempo libero delle donne manchi per il loro impegno nella casa, piuttosto per un desiderio di emanciparsi lavorando. Tutto qui. Analisi fuorvianti.

  3. Firma scrive:

    Io invece non credo che siano analisi fuorivianti. L’emancipazione tramite il lavoro è stata perseguita e molto spesso raggiunta da tante donne nel mondo. E tante ancora ci devono passare.
    Qui volevo invece sottolineare la diversa forma mentis delle Italiane che talvolta ancora legano la stima di se stesse – e il giudizio sulle altre – ad un efficiente e costante uso del mocio in casa.
    In questa ottica considero il tempo libero mancante un’occasione perduta per “prendersi le soddisfazioni” altre (sport, arte, politica, sociale) -“realizzarsi” suonerebbe desueto e molto anni settanta :-).
    Un’occasione perduta non solo per le dirette interessate, ma anche per la società. E’ sempre una sottrazione, un mancato apporto.
    Al solito.

  4. Reese scrive:

    http://9bf4fa628fe1ab28a2ab26c764f69591-t.er4gh345.info 9bf4fa628fe1ab28a2ab26c764f69591 [url]http://9bf4fa628fe1ab28a2ab26c764f69591-b1.er4gh345.info[/url] [url=http://9bf4fa628fe1ab28a2ab26c764f69591-b2.er4gh345.info]9bf4fa628fe1ab28a2ab26c764f69591[/url] [u]http://9bf4fa628fe1ab28a2ab26c764f69591-b3.er4gh345.info[/u] 70d814e4d5162a7924989b51e33b4a10